Speciale Italia

Home | Vacanze in Italia | I tuoi luoghi ed itinerari

 

Agricoltura in Emilia Romagna

L'attività agricola Emiliano-romagnola è tra le più progredite d'Italia ed è caratterizzata da una grande varietà di prodotti e dalla particolare abbondanza di alcuni di essi. Questo primato è dovuto alla favorevole posizione geografica e climatica, ma anche all'impiego di tecniche moderne e all'organizzazione di vendita dei prodotti stessi.

L'emilia-romagna è al primo posto in Italia nella produzione di frumento e di barbabietole da zucchero (con un'altissima quantità); ai primi posti nella produzione di orzo, riso, frutta, vino.
Nel settore della frutta, primeggiano le pesche, le susine, le albicocche, le ciliegie, le pere; in quello vinicolo, vi sono alcuni vini pregiati come il Sangiovese, l'Albana, il Lambrusco; e con questi va ricordato anche il brandy, l'acquavite ottenuta dalla distillazione del vino.
Tra gli ortaggi si impongono le notevoli quantità di cipolle, piselli e pomodori.

L'allevamento

Largamente praticato è l'allevamento di bovini e suini. L'emilia-romagna fornisce oltre un sesto della produzione nazionale di bestiame macellato e circa un sesto del latte. Inoltre, è al secondo posto nell'allevamento dei suini.

La pesca

L'attività della pesca è rilevante: oltre un settimo del pescato nazionale proviene dalle coste Emiliano-romagnole, per cui la Regione si trova ai primi posti in questo settore. La pesca di mare fornisce alici, sarde, sgombri; quella lagunare nelle Valli di Comacchio soprattutto anguille, ma anche cefali e branzini.

Torna alla pagina Emilia Romagna