Speciale Italia

Home | Vacanze in Italia | I tuoi luoghi ed itinerari

 

Agricoltura in Toscana

Mezzo secolo fa, la Toscana aveva ancora nell'agricoltura la sua prima fonte di ricchezza. Oggi le attività industriali hanno preso il sopravvento e non è difficile incontrare nelle campagne case coloniche disabitate e terreni incolti.

La vite e l'ulivo danno una particolare fisionomia al paesaggio toscano; olio e vino sono i prodotti di maggior rilievo. Lucca, circondata da uliveti, è il più importante centro oleario. La zona del Chianti, tra Siena e Firenze, produce vini rinomati in tutto il mondo.

La Regione è ricca di boschi di castagni, ma la castagna è un frutto oggi poco richiesto dal mercato. Elevata è invece la produzione di funghi, tra le maggiori in Italia.

Il grano è diffuso nel Senese, nel Volterrano, in Maremma. La campagna di Pisa è specializzata nella produzione di ortaggi. A Viareggio e a Pescia si coltivano fiori e piante ornamentali, il tabacco in Val di Chiana, un po' dappertutto la barbabietola.

A causa della scarsità di foraggi, l'allevamento non è molto esteso.

Pagina Toscana