Speciale Italia

Home | Vacanze in Italia | I tuoi luoghi ed itinerari

 

Le ville venete

Nel quadrilatero compreso tra Venezia, Treviso, Vicenza e Padova, sorgono le ville che dal Cinquecento al Settecento i ricchissimi nobili veneziani si fecero costruire per trascorrervi i caldi mesi estivi. Queste dimore di campagna sono circa duemila e, tra esse, vantano splendide architetture, che ricordano i palazzi affacciati sul Canal Grande di Venezia, e sono ricche di affreschi, di stucchi, di portici monumentali, attorniate da immensi parchi e giardini popolati di statue, immerse in un paesaggio dolce e mite, velato dalle frequenti foschie. Alcune sono state disegnate da artisti celebri, come la grande Villa Foscari o Malcontenta e la Villa Imperiale, opere di Andrea Palladio.

I patrizi veneziani vi arrivavano su barche trainate da cavalli che procedevano sulla sponda dei canali e dei fiumi; specialmente il Brenta era la grande via d'acqua percorsa dai burchielli, i barconi a fondo piatto usati per il trasporto. I sontuosi saloni e i giardini hanno assistito a feste favolose che sono passate alla storia.

Oggi moltissime di queste ville sono dimenticate e cadono in rovina o sono adibite a magazzino di qualche podere agricolo; altre, le più celebri e le meglio conservate, costituiscono un notevole richiamo turistico.

Torna alla pagina Veneto.